Qualcosa si attacca…!

Durante la cottura, in particolare di pietanze che prevedono l’uso di ingredienti con contenuto rilevante di amido (pasta, riso, patate, legumi), può capitare un attimo di distrazione e sul fondo del tegame qualcosa si attacca. In questo caso la prima cosa da fare è abbassare il più velocemente possibile la temperatura del fondo del tegame. Ciò si ottiene, dopo averlo tolto dalla sorgente di calore, non versando acqua fredda dentro, bensì immergendolo tenendo fuori l’acqua. In questo modo il metallo, che è un ottimo conduttore termico, abbassa velocemente la sua temperatura, con una immediata cessazione del processo di cottura. L’acqua versata all’interno non blocca la cottura e diffonde il sentore di bruciaticcio, rendendo difficile un eventuale recupero del cibo non attaccato. Dopo il raffreddamento, e solo se il cibo non si è carbonizzato (nel qual caso ha sviluppato sostanze fortemente dannose per il nostro organismo, oltre che di cattivo sapore), si può provare a ricuperare la parte di pietanza che non si è attaccata. A meno che non si tratti di patate: la “crosticina” é squisita!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...