Qualcosa rimane…

Le ipotesi sulle modalità di cottura più antiche si scontrano con la mancanza di reperti relativi a cibi che non lasciano resti. Accade però che modalità di cottura ancora praticate siano fonte di informazione preziosa perché sono perfettamente compatibili con quello che sappiamo del Paleolitico superiore. E’ il caso di una tecnica di cottura diffusa presso le comunità mongole, usata per cuocere carne di capra e di marmotta, le sole due specie con la pelle abbastanza resistente. Prima si taglia la testa dell’animale, e dall’apertura si estraggono ossa, carne e viscere. La carne viene sminuzzata e condita, quindi rimessa all’interno della pelle insieme a delle pietre arroventate sul fuoco. Si chiude, cucendola, l’unica apertura della pelle dell’animale e si attende un paio d’ore, fino alla completa cottura. Perché dal Paleolitico, e non prima ? Perché prima non sapevano cucire !

 

Fonte: C.Perlès- Preistoria del fuoco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...